Il consiglio di Armani ai gay: “Vestitevi da uomini”

Giorgio Armani (Vttorio Zunino Celotto/Getty Images)
Giorgio Armani (Vttorio Zunino Celotto/Getty Images)

“Un uomo omosessuale è uomo al 100%. Non ha bisogno di vestirsi da omosessuale”, firmato Giorgio Armani, che in un’intervista al ‘Sunday Times’, dal titolo eloquente ‘Un uomo per tutte le stagioni’, dispensa consigli ai gay: “Quando l’omosessualità è esibita all’estremo, come per dire ‘Ah, sai sono omosessuale’, questo è qualcosa che non ha niente a che fare con me. Un uomo deve essere un uomo”. Lo stilista prosegue poi: “Non mi piace il ragazzo muscoloso, la troppa palestra. Mi piace qualcuno in salute, tonico, che cura il suo corpo ma non usa troppo i muscoli”.

Armani se la prende anche con la chirurgia estetica, spiegando: “Un seno piccolo non deve diventare grande. Preferisco guardare una donna naturale. Una donna dovrebbe avere il coraggio di invecchiare e non fare di tutto per sembrare più giovane”. Il giudizio dello stilista è definitivo: “La chirurgia estetica è un’idiozia”.

Impietoso il giudizio sull’ex premier Silvio Berlusconi: “Non sopporto Berlusconi. Tutto ciò che fa trovo molto volgare. Il modo in cui parla. E le sue donne!“. E quando gli viene ricordato di essere quasi suo coetaneo [Armani compirà 80 anni a luglio, l’ex premier 78 a settembre, ndr], lo stilista chiosa con una battuta: “E’ una grande sfida tra me e Berlusconi”.

L’intervista di Armani ha provocato ovviamente le reazioni della comunità virtuale; su Twitter in molti fanno allo stilista “complimenti per le coraggiose dichiarazioni” rese alla stampa inglese. Non mancano però anche le critiche: “Volevo chiedere a nonnino Armani com’è che si vestono i gay, perché questo outfit mi è proprio sfuggito in 30 anni di vita”.

GM