In manette i “nonnini” dello spaccio

Marijuana (David McNew/Getty Images)
Marijuana (David McNew/Getty Images)

Una coppia di coniugi ultrasessantenni è stata arrestata l’altra notte a Darfo Boario Terme, centro in provincia di Brescia, con l’accusa di concorso in detenzione ai fini di spaccio di droga. I due, un pensionato che ha da poco compiuto 60 anni e una casalinga di cinque anni più anziana, di fatto gestivano una vera e propria centrale dello spaccio, detenendo in casa sostanze stupefacenti di varia natura anche se non in quantità ingenti.

Nel corso della perquisizione domiciliare, infatti, la coppia è stata trovata in possesso di 3 grammi di cocaina, 1 di hashish, 13 di marijuana, 200 di sostanza da taglio, un bilancino di precisione, 3 telefoni cellulari, oltre a 310 euro, ritenuti provento dell’attività di spaccio. Entrambi sono ora agli arresti domiciliari in attesa del processo per direttissima, che dovrebbe celebrarsi nei prossimi giorni. L’operazione è stata portata a termine dai carabinieri di Artogne.

GM