Rito satanico finisce in tragedia: voleva diventare un vampiro

Edwin Juarez Palma (Metro)
Edwin Juarez Palma (Metro)

Edwin Juarez Palma, 24 anni, di Chihuahua, in Messico, voleva entrare in una setta satanica e per questo era disposto a tutto. Ma forse non si aspettava che questo tutto sarebbe stata la sua fine. Il giovane è stato coinvolto in una serie di riti iniziatici piuttosto macabri che ben presto si sono trasformati nella sua tortura e nella sua uccisione. La vittima, grande appassionato di vampiri, voleva entrare a far parte della setta satanica “I figli di Baphomet I”. Così è entrato fiducioso nei bagni del Freak Shop, un cybercafè a tema, ma qui è iniziata la sua agonia atroce.

Iveth Lopez, 18 anni, Gustavo Dorantes, 18, e Omar Sanchez, 25, gli hanno legato le mani dietro la schiena e hanno iniziato a picchiarlo violentemente. A quanto pare volevano ucciderlo affinché rinascesse sotto forma di vampiro. Alla fine per completare l’opera lo hanno strangolato e poi sgozzato, abbandonando il cadavere in strada nella speranza che la polizia pensasse ad un regolamento di conti per droga. Gli inquirenti invece sono risaliti agli assassini grazie alle tracce di sangue che avevano lasciato sia sul corpo della vittima sia nel bagno dove l’avevano ucciso. I tre avevano tentato di cancellare ogni traccia con la candeggina, ma evidentemente non ci erano riusciti. Così per loro sono scattate le manette e ora rischiano fino a 40 anni di carcere. All’appello però manca ancora un quarto uomo, proprio come spiega il capo della polizia: “Questo crimine ha avuto luogo nel corso di una cerimonia di iniziazione guidata da alcuni membri della setta satanica “I figli di Baphomet I”, durante la quale la vittima doveva diventare un vampiro. Tutto ciò che resta da fare è arrestare il leader della setta: sappiamo il suo nome, non resta che acciuffarlo”.

F.B.