(Web)

(Web)

L’autista di un pullman che stava portando alcuni fedeli in pellegrinaggio a Medjugorje ha deciso che una delle sue passeggere non avrebbe potuto superare la frontiera perché secondo lui avrebbe avuto dei problemi coi documenti. Così si è fermato in piena notte presso l’area di servizio denominata «Tesina» lungo l’autostrada A4, nel vicentino, è ha intimato in malo modo alla signora di 68 anni di scendere dal veicolo premurandosi di farle anche sapere che il suo biglietto non le sarebbe stato rimborsato. Un’amica di 80 anni è scesa con lei per solidarietà e l’uomo senza farsi alcun problema è ripartito. Sul posto è intervenuta una pattuglia della polizia stradale di Padova che ha ricostruito la vicenda appurando tra l’altro che il documento della 68enne era stato rinnovato da poco e dunque in perfetta regola. Una disavventura per fortuna senza esiti troppo negativi, ma senza dubbio spiacevole per le due anziane che non chiedevano altro di poter andare insieme ad altri fedeli in pellegrinaggio a Medjugorie.

F.B.