Donald Trump (Photographer: Pete Marovich/Bloomberg via Getty Images

“Questa ideologia perversa deve essere annientata, ed intendo dire completamente annientata, e le vite innocenti vanno protette. Gli attentatori non sono mostri ma solo perdenti, è così che dovrebbero essere chiamati”. E’ questo il commento del presidente degli Stati Uniti Donald Trump non appena ha saputo quello che era accaduto a Manchester durante un incontro col presidente palestinese Abu Mazen a Betlemme.

“Condanniamo con forza questo crimine cinico e disumano: ci aspettiamo che i suoi ideatori non restino impuniti”, è quanto ha scritto invece Vladimir Putin in un telegramma per la premier britannica Theresa May. Il presidente russo ha poi aggiunto di voler “rafforzare la cooperazione contro il terrorismo con i partner britannici”.

L’Europa, colpita per l’ennesima volta dopo Parigi, Nizza e Berlino, ha fatto sentire la propria voce con Jean Claude Juncker: “Mi si spezza il cuore a pensare che, ancora una volta, il terrorismo ha cercato di infondere paura dove dovrebbe essere la gioia, di creare divisione dove giovani e famiglie dovrebbero trovarsi per una festa. Gli attentatori “sottovalutano la nostra e la vostra resilienza. Questi attacchi codardi, invece, rafforzeranno solo il nostro impegno a lavorare insieme per sconfiggere gli autori di tali atti vili”. E con il neo presidente francese Macron che ha espresso “orrore e costernazione” per l’accaduto.

TUTTE LE NEWS DI OGGI

F.B.