Spara alla compagna, poi si toglie la vita

Momenti di terrore questa mattina, all’alba a Ostia. Un uomo di 34 anni, romano, di professione buttafuori, si è sparato un colpo alla tempia su lungomare Duca degli Abruzzi. Poco prima del tragico gesto, aveva seminato il panico a casa della compagna e della cognata, sparando dei colpi contro le loro abitazioni. Potrebbe essere stata una reazione folle dopo aver scoperto un tradimento. Almeno questa è la prima ipotesi al vaglio degli inquirenti. La tragedia è avvenuta alle prime luci del mattino, ma il tutto è iniziato poco dopo la mezzanotte, quando l’uomo era andato a Tor Bella Monaca a casa della donna con cui aveva una relazione. Ha aspettato che lei si affacciasse alla finestra, dopo averla chiamata, e quindi le ha sparato due colpi contro, ma fortunatamente senza colpirla. Poi si è recato a Ostia e si è fermato vicino a piazza Gasbarri, a casa della sorella della moglie. Stessa scena: ha preso l’arma e ha sparato due colpi in direzione della porta di casa. Nessuno, però, è rimasto ferito. A quel punto c’è stato l’intervento dei carabinieri, allertati dalla segnalazione di sparatorie a Tor Bella Monaca e a Ostia. Immediatamente attivate le ricerche del 34enne che è stato trovato da una pattuglia mentre passeggiava su lungomare Duca degli Abruzzi con la pistola in pugno. Ma una volta avvicinatisi all’uomo per parlargli, questi si è puntato la pistola alla tempia e si è sparato un colpo mortale.

M.O.

TUTTE LE NEWS DI OGGI