Investe e uccide un clochard: caccia al pirata della strada

(Websource / archivio)

Travolto da un’auto mentre camminava per strada e lasciato morire dal conducente della vettura, datosi alla fuga. L’ennesima vittima di un “pirata della strada” ha 56 anni ed è stato ucciso nella notte ad Osimo. Alle 1:40 quando i militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Compagnia e della Stazione osimana sono intervenuti in via Chiaravallese, all’altezza dell’incrocio con il cimitero comunale, dove poco prima il pedone era stato investito. Il personale medico del 118, dopo aver tentato invano la rianimazione dell’uomo, ne ha constatato il decesso. Dall’identificazione è emerso che la vittima è un clochard nato in Polonia, senza fissa dimora, celibe, nullafacente e alcolizzato, pluripregiudicato, già noto alle forze di polizia. Da qualche tempo girovagava tra i comuni di Osimo, Numana e Loreto.

Del veicolo pirata si sa solo per il momento che era “di colore scuro” e che viaggiava in velocità. Nel corso dei primi accertamenti, dal sopralluogo e rilievi tecnici eseguiti dai militari non risultano tracce di frenata sull’asfalto, ma sono stati rinvenuti pezzi di carrozzeria dell’autovettura incriminata e in corso di individuazione, il cui conducente – se individuato – rischia di essere incriminato per omicidio stradale. Sul luogo dell’incidente sono stati individuati due testimoni oculari e raccolte le testimonianze fondamentali. Uno di questi era alla guida del veicolo che seguiva l’auto pirata e per primo ha portato soccorso al clochard deceduto. Le ricerche dell’auto pirata che sono ancora in corso, anche attraverso il controllo di autodemolizioni, autofficine, carrozzerie, autosaloni e concessionarie locali.

EDS