Passeggiava lungo il fiume, poi la tremenda scoperta

(Websource/archivio)

Stava passeggiando lungo il fiume Brenta, quando qualcosa ha attirato la sua attenzione. E’ in questo modo che un passante ha scorto il corpo di una donna di mezza età galleggiare lungo il fiume Brenta: l’uomo stava camminando lungo il lungargine Zanon, nei pressi della passerella pedonale che congiunge i comuni di Cadoneghe e Torre, in provincia di Padova. Il passante, una volta visto il corpo apparentemente esanime della donna, ha immediatamente dato l’allarme chiamando il 113. Nel frattempo un 44enne dipendente della polizia provinciale ed un 21enne si sono tuffati nel fiume per soccorrere la donna. Quando sul posto sono giunti polizia e 118 il più anziano dei soccorritori le stava praticando un massaggio cardiaco per tentare di rianimarla, operazione poi riuscita con l’intervento dei sanitari, che hanno poi provveduto al trasporto in ospedale. La donna, una 76enne, non ricorda nulla di quanto accadutole ma pare che in passato avesse mostrato più di una volta problemi legati alla depressione. Per questo motivo, nonostante i suoi problemi non fossero mai sfociati in gravi episodi, si ritiene che abbia tentato il suicidio gettandosi nel fiume.

S.L.

TUTTE LE NEWS DI OGGI