Barcellona: si nasconde nel freezer e racconta l’orrore – VIDEO

Laila Rouass (ritaglio video)

Emergono nuovi particolari sull’attentato dell’altro pomeriggio a Barcellona, dove un terrorista a bordo di un cabinato ha fatto decine tra vittime e feriti. Tra i testimoni oculari, l’attrice inglese Laila Rouass, 46 anni, che si trovava sulla Rambla insieme alla figlia di dieci anni Inez Khan, quando si è consumato l’orrore. L’attrice, presa dal panico, ha trovato rifugio in un ristorante e una volta all’interno si è nascosta dentro un freezer preoccupata dal fatto che i terroristi potessero iniziare a sparare sulla folla e nei locali.

A quel punto ha iniziato una drammatica diretta di quanto stava accadendo utilizzando Twitter. Ha scritto Laila Rouass: “Sono nel bel mezzo di un attacco terroristico. Mi sono nascosta nel freezer di un ristorante. È successo tutto così velocemente. Sto pregando per la sicurezza di tutti”. Poi un nuovo tweet: “Ho sentito degli spari. La polizia sta correndo in strada in cerca di qualcuno”. La donna proseguiva nel suo racconto degli eventi in diretta: “Sono venuta a sapere che uno dei sospetti è stato ucciso”. Finalmente, quando sono passate le 20 e il peggio sembra passato, Laila Rouass ha pubblicato un filmato di un elicottero che sorvolava la Rambla. “Grazie a tutto lo staff del ristorante per aver mantenuto la calma e averci tenuti al sicuro. Ti amo Barcellona”, il suo ultimo tweet.

Quello di Barcellona è stato il primo di una serie di attacchi consumatisi in poche ore. Nella notte tra giovedì e venerdì, infatti, un altro attentato è stato sventato in Catalogna.Poi ieri si è consumato un altro attentato in Finlandia. Quattro persone sono state arrestate in connessione con gli attentati in Catalogna: sarebbero parte di una cellula di origine marocchina e pare fossero sotto effetto di droghe. I quattro sono Moussa Oukabir, 18 anni, Salid Aallaa, 18 anni, Mohamed Hychami, 20 anni e Younes Abouyaaqoub, 22 anni. Si cerca ancora l’autista del furgone.

GM