Stupro di Rimini, Butungu positivo alla tubercolosi

Rimini
(Web/Archivio)

Stupro di Rimini: arriva una clamorosa svolta. E’ infatti risultato positivo alla tubercolosi Guerlin Butungu, l’unico maggiorenne del branco che ha violentato la turista polacca e la trans sulla spiaggia Miramare di Rimini. Il ventenne congolese era stato trasferito proprio ieri dal carcere di Rimini a quello di Pesaro. Qui è stato messo nell’apposita sezione dei sex offender, un reparto speciale previsto a Villa Fastiggi che non solo prevede una particolare protezione, ma nel quale si tentano anche dei percorsi di recupero e reinserimento per chi commette gravi reati a sfondo sessuale.

E durante gli esami medici ai quali è stato sottoposto prima dell’ingresso nel nuovo carcere è stata riscontrata la presenza della tremenda malattia infettiva, una patologia causata da vari ceppi di microbatteri. In base a quanto si apprende al momento non è ancora certo se si tratti di una forma di tbc più o meno grave. Così come non si sa con certezza se, essendo una malattia contagiosa, sia stata già predisposta una profilassi per chi è venuto in questo periodo a contatto con il congolese, prime fra tutte le due vittime dello stupro. Va ricordato che Butungu era considerato un profugo rifugiato politico e godeva di un permesso di protezione umanitaria.

F.B.