Milano, nega l’elemosina e viene accoltellato

(Websource / archivio)

Ha negato l’elemosina a un clochard, rimanendo impassibile e indifferente nonostante le sue insistenti richieste di denaro. Il mendicante, però, evidentemente infastidito dalla sua imperturbabilità, l’ha colpito alle spalle ferendolo (per fortuna non in modo grave) con diverse coltellate. E’ successo a Milano, nella centralissima via Dante, che unisce piazza Cordusio alla mole maestosa del Castello Sforzesco, nel tardo pomeriggio di ieri, intorno alle 18.30. La vittima è un avvocato di 48 anni.

L’aggressore, già noto alla Polizia, è stato bloccato dagli agenti e consegnato alle autorità competenti. Si tratta di un cittadino ceco di 43 anni, J. V., che come detto ha colpito il malcapitato alle spalle. Solo per una fortunata coincidente la lama del coltello da cucina, lunga ben 15 centimetri, ha provocato solo un taglio superficiale alla vittima, che era impegnata a parlare al cellulare. Sul posto sono immediatamente intervenuti i medici dell’Azienda regionale emergenza urgenza, con ambulanza e automedica, per tutti i controlli e i rilievi del caso. Il professionista 48enne è stato trasportato in codice verde al Policlinico, dove le sue condizioni sono state poi ritenute tali da non destare troppa preoccupazione. Ma ovviamente la paura è stata tanta. Quanto al mendicante, dopo l’aggressione il Questore del capoluogo ambrosiano ha emesso un provvedimento di allontanamento ad hoc.

EDS