Molestie, Brizzi si difende Asia Argento attacca: “Querelaci!”

(Websource/Archivio)

Da Hollywood a Cinecittà il passo sembra essere breve. Dopo le accuse nei confronti del sessantacinquenne produttore cinematografico americano Harvey Weinstein, Asia Argento torna alla carica accusando anche un noto regista italiano di abusi e molestie sessuali nei confronti di diverse attrici come Tea Falco, Giovanna Rei e Giovanna Ferreri (e non sarebbero le uniche), intervenute alle Iene con la loro storia. Dopo giorni e giorni di caccia allo scoop, sembra esser stato svelato il nome del Weinstein italiano che porta il nome di Fausto Brizzi, regista di pellicole importanti come “Notte prima degli esami” e “Maschi contro Femmine”, tanto per citarne qualcuno. Rapida la reazione di Brizzi che scrive una lettera a Dagospia spiegando la sua innocenza e volontà di tutelarsi al riguardo. Un vero e proprio botta e risposta Brizzi-Argento pericoloso per la carriera di entrambi i Vip.

Una telenovela che sembra non aver fine quella tra Fausto Brizzi e Asia Argento. Il quarantanovenne regista romano, continua a difendersi dalle accuse dell’attrice di molestie e, da come fa capire la Argento con post sui social, anche da parte di altre, per ora “ignote”, vittime. Lui si discolpa dicendo di aver appreso solo dai quotidiani certe notizie e di non aver mai abusato di nessuna donna nella sua vita ma solo di avere avuto rapporti in totale  accordo. Andrà per vie legali contro chi ha avuto tali affermazioni accusandoli di diffamazione. Il regista, in un’intervista, ha chiesto a tutti di rispettare la sua privacy in modo da tutelare la famiglia ed in particolare la moglie, già scossa da tali notizie. A tal senso Brizzi, ha deciso in accordo con collaboratori e famiglia stessa, di auto sospendersi da ogni tipo di attività lavorativa ed imprenditoriale che lo riguardasse. Una sorta di isolamento mediatico utile a dare serenità a chi gli sta intorno ed a se stesso, fino al termine della vicenda. A tener alta la tensione però, come citato in apertura, ci pensa l’attrice romana, che, facendosi scudo con la potenza dei social media, in questo caso Twitter, ha lanciato pesanti frasi nei confronti di Brizzi: “Querelaci a tutte! Non ci fai paura!”. Una vera e propria sfida lanciata a chi, secondo lei, non ha avuto rispetto verso le donne approfittandosi cosi della sua posizione. La palla passerà ai legali dei due e alla giustizia, ma il termine di questa telenovela sembra essere ancora molto lontano.

G.R.