Federico si sente male: la nonna chiama i soccorsi ma è tardi

Federico Malavasi (foto dal web)

E’ stato trovato privo di vita dalla nonna paterna, Federico Malavasi, studente al terzo anno del corso socio assistenziale al Carrara di Guastalla. Nella, questo il nome della donna, ha trovato il ragazzo di 16 anni senza sensi e ha allertato i soccorsi, ma quando i mezzi del Suem 118 sono giunti sul posto, Federico Malavasi era già privo di vita. Il corpo è stato trasferito dall’agenzia Bonini alla camera mortuaria dell’ospedale di Guastalla. Domani pomeriggio i funerali, intanto è commosso il ricordo di quanti lo conoscevano.

Suo padre Stefano, operaio in un’azienda di Novellara e attivissimo nel volontariato di Protezione civile, ha sottolineato: “Era un ragazzino buono e generoso. Voleva diventare assistente socio sanitario o infermiere. Già da giovanissimo, Federico aveva frequentato la Croce rossa. Da poco si era trasferito dalla sede di Novellara a quella di Correggio, svolgendo attività nel gruppo dei giovani. E per il suo ultimo viaggio Federico indosserà l’amata divisa della Croce rossa”.

Federico Malavasi era da poco diventato zio: sua sorella maggiore, Valentina, aveva infatti messo al mondo una bellissima bambina. Il 16enne lascia anche la mamma Paola. Il ragazzo aveva un sogno, che confidava a tutti: “Non vedo l’ora di avere 18 anni per poter effettuare i servizi di emergenza sulle ambulanze”. Tre anni fa, Federico Malavasi era rimasto in coma per alcuni giorni, al Santa Maria Nuova di Reggio, dopo un grave incidente stradale. Nei giorni scorsi, la prematura morte di Ivan Angeletti, giovane di Camerano, alle porte di Ancona.

GM

.