Domenico Diele (Websource)

Come previsto l’attore Domenico Diele ha ottenuto la piena libertà. Indagato per omicidio stradale aggravato Diele era agli arresti domiciliari con braccialetto elettronico da sei mesi presso la casa della nonna a Roma e dopo aver passato 12 giorni in carcere. Ora, a termini di custodia cautelare scaduti, il gup ha deciso di ridargli la piena libertà non accogliendo così le richieste del pm che voleva il rinnovo degli arresti domiciliari.

Ricordiamo che Diele investì e uccise con la propria auto la 48enne Ilaria Dilillo. L’attore si difese spiegando che la sua dipendenza dall’eroina non c’entrava nulla con l’incidente: “Mi sono distratto col cellulare. Io non sono uno che prima si è drogato e poi si è messo a guidare come un pazzo finendo per provocare una tragedia. La droga non c’entra con l’incidente. Mi sono distratto con il cellulare. Ho un telefonino che funziona male, c’è un tasto che non va, e io per cercare di fare una telefonata ho abbassato gli occhi. Non me ne sono nemmeno reso conto subito di quello che era successo. Solo quando sono sceso dall’auto ho visto e ho capito”.

La famiglia della vittima ha sempre mantenuto il massimo riserbo, ma oggi dopo aver appreso della sentenza del gup ha espresso tutto il proprio stupore per questa decisione tramite l’avvocato che segue la vicenda parlando di “delusione e incredulità” per quanto deciso.

F.B.