Mosca, attentato rivendicato dai ribelli del Caucaso

Dopo l'attentato terroristico

Mosca, 31 Marzo – Il doppio attentato alla metropolitana di Mosca del 30 Marzo, è stato rivendicato oggi dal leader dei “ribelli” del Caucaso del Nord. Il leader Doku Umarov, autoproclamatosi Emiro, ha rilasciato la dichiarazione attraverso la pubblicazione di un video sul sito web Kakvakcenter, sito che risulterebbe collegato alle frange terroriste della guerriglia. Nel comunicato video, Umarov sostiene di aver ordinato lui stesso l’attentato, aggiungendo che non sarà l’ultimo e che la Russia continuerà ad essere oggetto di attacchi terroristici similari. L’attentato del 30 marzo, per altro, era stato preceduto da una minaccia che lo stesso leader reazionario aveva lanciato il 14 Febraio scorso, sempre attraverso il sito Kakvakcenter, nella quale sosteneva di voler portare la guerra “nelle case dei russi”.

Emiliano Tarquini