Addio al papà dei PC

Si chiamava Henry Edward Roberts, ma verrà ricordato come l’uomo del pc. Fu lui a pensare per primo a un mondo in cui ogni scrivania fosse dotata di un computer. Da quell’idea nacque l’Altair 8800, il primo pc relativamnete piccolo, anche se mancante di alcune delle principali funzioni dei ‘cervelli elettronici’ odierni: innanzitutto non aveva tastiera e neanche il video, ma solamente una serie di luci colorate. La carriera di Roberts è imprescindibilmente legata a quella della Microsoft, la società di Gates e Allen: essi elaborarono un programma da poter istallare sull’Altair, il linguaggio Basic. In un secondo momento le strade di Roberts e quelle del futuro colosso mondiale dell’elettronica si separarono e nel 1977 l’igegnere cedette la propria azienda e investì tutto il ricavato in terreni, anche se la sua passione di sempre fu la medicina, i cui studi portò a termine in seguito. L’eredità del padre del pc è grande, poichè il suo sogno è diventato per tutti una prassi quotidiana.

Marco Proietti