Motori: Ford Focus RS500

    Quale modo migliore per “salutare” la più cattiva delle Focus prima dell’arrivo della nuova generazione? Beh, innanzitutto aggiungiamo una cinquantina di cavalli (circa) al motore 2.5 turbo, per toccare quota 348. Poi mettiamoci cronometro alla mano e stampiamo uno 0-100 3 decimi sotto alla versione standard (5,6 contro 5,9 secondi) ed impacchettiamo la bestiola con un vestito su misura. Concludiamo in bellezza producendola in edizione limitata a 500 esemplari. Se non abbiamo indovinato il processo progettuale della Ford Focus RS 500 poco importa, ciò che conta è il risultato… e che risultato!

    La compatta al nandrolone dell’Ovale Blu, quella che pur senza le quattro ruote motrici ha fatto impallidire mezzo mondo, saluta gli appassionati con questa speciale versione ancora più tosta. Come già accennato, un nuovo impianto di scarico accordato con un’aspirazione ottimizzata ed una centralina rivista ad hoc fa salire la potenza oltre i 345 cavalli, mentre la coppia schizza a quota 460 Nm. Il tutto scaricato sulle ruote anteriori attraverso le esclusive sospensioni RevoKnuckle, non prima di una veloce corsa attraverso il cambio manuale a sei rapporti. Per meritarsi le targhette numerate della serie limitata, la Ford Focus RS500 riceve anche una cattivissima finitura nero opaco, su cui risaltano le pinze freno rosse. All’interno invece fanno bella mostra finiture blu, colore d’ordinanza delle RS di casa Ford, oltre a sedili a guscio con rivestimento rosso.

    Nulla di deciso sul fronte prezzi, così come non abbiamo informazioni riguardo l’eventuale arrivo di qualche esemplare in Italia.