Addio a Raimondo Vianello, gentleman del piccolo schermo

Raimondo Vianello e Sandra Mondaini

Lutto nel mondo dello spettacolo. Alle 7.00 di questa mattina, presso l’ospedale San Raffaele di Milano, è scomparso Raimondo Vianello. Il celebre conduttore era ricoverato dal 4 aprile scorso ed è deceduto in seguito al progressivo aggravarsi del suo stato di salute generale. I funerali si svolgeranno molto probabilmente sabato 17 aprile, nella chiesa di Milano due.
Vianello, classe 1922, avrebbe compiuto 88 anni a maggio ed è stato tra i padri fondatori del varietà televisivo in Italia, nonché uno dei protagonisti della commedia all’italiana. La sua carriera inizia con il teatro di rivista, per poi proseguire con il cinema -come caratterista- e con il teatro, ma è in televisione che arriva il vero successo: negli anni ’50 infatti affianca Ugo Tognazzi nel popolare programma ‘Un, due, tre’, diventando un personaggio televisivo molto amato dal pubblico. Nel 1959 l’incontro con Sandra Mondaini e, tre anni più tardi, il matrimonio. Il sodalizio con la Mondaini è sentimentale e professionale: i due sono una coppia inossidabile nella vita come in tv. Tra gli anni ’70 e gli anni ’80 Vianello conduce varie trasmissioni in Rai, da ‘Sai che ti dico?’ a ‘Sette e mezzo’, da ‘Tante scuse’ a ‘Stasera niente di nuovo’. Presto, però, Vianello diventa un volto Mediaset: in coppia con Sandra Mondaini realizza i varietà ‘Attenti a noi due’ e ‘Sandra e Raimondo Show’, nonché la longeva e notissima sit-com ‘Casa Vianello’. Inoltre la sua passione per il calcio lo rende il conduttore ideale di ‘Pressing’, il programma sportivo domenicale di Italia 1, da lui guidato dal 1991 per otto stagioni consecutive. Nel 1998 viene chiamato dalla Rai alla conduzione del Festival di Sanremo: con il consenso straordinario di Mediaset, Vianello calca il palco dell’Ariston affiancato da Eva Herzigova e Veronica Pivetti. Dieci anni dopo, con ‘Crociera Vianello’, la coppia più famosa della tv italiana dà infine l’addio al piccolo schermo.
Conduttore popolare e comico di classe, Raimondo Vianello era il presentatore gentiluomo del panorama televisivo nazionale. Il suo umorismo, mai volgare e distaccato quanto basta, resterà un classico della comicità made in Italy.

Tatiana Della Carità