Volley femminile, Coppa Italia: Foppapedretti Bergamo batte Scavolini Pesaro e vola in finale

E’ la Foppapedretti Bergamo la prima finalista della SEAT Coppa Italia A1 in programma al 105 Stadium di Rimini. La squadra di Micelli ha travolto per 3-0 la Scavolini Pesaro, detentrice del trofeo. Una partita perfetta quella giocata dalle rossoblù, capaci di non mettere la Scavolini in condizione di dettare i ritmi del gioco. Piccinini e Del Core hanno trascinato la Foppapedretti con giocate d’alta scuola, mentre “Piske” Arrighetti è stata implacabile al centro. Serata da dimenticare invece per la Scavolini, messa sotto pressione dal servizio delle orobiche, il più delle volte micidiale, che ha costretto le marchigiane a commettere molti errori. In attacco brilla la sola Costagrande, troppo poco per tener testa ad una Foppapedretti davvero in grande spolvero che conquista così la decima Finale di Coppa Italia della propria storia.
Prima del fischio d’inizio Carolina Costagrande,ha ricevuto per la seconda stagione consecutiva il “Trofeo Gazzetta”, prestigioso riconoscimento del quotidiano rosa ideato da Carlo Gobbi, decano del giornalismo del volley nazionale, e giunto alla 32^ edizione.
Nel primo set le squadre giocano a viso aperto, commettendo diversi errori, dettati dalla tensione e dall’importanza della posta in palio. Inizio in sordina per Scavolini e Foppapedretti: subito in evidenza Francesca Piccinini cercata con costanza da Leo Lo Bianco. La Foppapedretti si costruisce un piccolo vantaggio grazie ad alcune indecisioni delle avversarie e tenta la fuga a metà del primo parziale (16-12). Le orobiche sembrano avere una marcia in più, ma devono fare i conti con il ritorno delle ospiti. Usic, non perfetta in ricezione, punge in attacco (20-20), poi è solo Bergamo che, con Arrighetti a muro e Del Core in attacco, mette fine al primo parziale (21-25).
Dimentica in fretta il primo set la Scavolini che al rientro in campo sembra aver cambiato marcia. Puntuale in cambio palla e molto presente a muro, la formazione di Marchesi detta i ritmi del gioco e la Foppapedretti va in affanno. Le orobiche si aggrappano a Piccinini e Del Core, ma la squadra biancorossa sembra aver trovato le giuste contromisure alle avversarie (17-12). Pesaro tenta la fuga ma, nonostante un gioco convincente le ragazze di coach Marchesi commettono troppi errori che permettono a Bergamo di rientrare in partita. Si riduce infatti a soli due punti lo svantaggio di Bergamo che poi dal 19-17 piazza un parziale di 2-6 (21-23) in proprio favore, grazie anche alla prestazione di una sempre più convincente Arrighetti. Le attaccanti di Bergamo non sbagliano un colpo e Pesaro resta a guardare mentre Piccinini e compagne volano sul 2-0. Difficile contrastare una Foppapedretti Bergamo in grande forma. La Scavolini ci prova, ma nel terzo set tutti i tentativi sono vanifcati da una prestazione corale di grande eccellenza da parte delle ragazze di Micelli. Una difesa granitica e il repertorio di Francesca Piccinini portano la Foppapedretti troppo avanti per una Scavolini che oggi è costretta ad inchinarsi. Finisce 3-0 per la squadra di Micelli che ora aspetta la seconda finalista che uscirà dalla sfida fra MC-Carnaghi Villa Cortese e Monte Schiavo Banca Marche Jesi.

Le voci dei protagonisti
Lorenzo Micelli (All. Foppapedretti Bergamo):
“Abbiamo ottenuto una grande vittoria, siamo consci del nostro potenziale e questa consapevolezza ha creato davvero in noi una determinazione particolare. Le ragazze in questo momento sono brave a chiudere nei momenti decisivi”.

Riccardo Marchesi (All. Scavolini Pesaro): “Non sono preoccupato per il futuro della squadra perchè so che abbiamo un carattere forte e verremo fuori da questa sconfitta ancora più convinte e forti di prima. Sono però arrabbiato per come abbiamo affrontato la parte finale del match, dalla rimonta subita nel secondo parziale al terzo set che non abbiamo praticamente giocato”.

Francesca Piccinini (Capitano Foppapedretti Bergamo): “Non era facile dopo la vittoria della Champions League rituffarci con decisione in una partita così importante, ma siamo state brave a rimanere lucide dopo un inizio in cui eravamo molto tese. Siamo davvero un grande gruppo”.

Martina Guiggi (Capitano Scavolini Pesaro): “Sapevamo di avere di fronte una squadra fortissima e difficile da battere. L’eliminazione subita contro di loro in Champions può aver influito forse a livello inconscio, ma quella è storia, mentre è il presente che conta. E loro oggi sono state più presenti e forti mentalmente”.
Il tabellino della gara
SCAVOLINI PESARO – FOPPAPEDRETTI BERGAMO 0-3 (21-25, 22-25, 16-25)
SCAVOLINI PESARO: Usic 9, Garzaro 1, Wijnhoven (L), Skowronska 9, Saccomani 1, Marinkovic 2, Ferretti 1, Boscoscuro, Costagrande 13, Guiggi 7. Non entrate Mari, Usic. All. Marchesi.
FOPPAPEDRETTI BERGAMO: Ortolani 2, Serena, Furst 7, Merlo (L), Bosetti 3, Piccinini 21, Arrighetti 11, Lo Bianco 2, Del Core 11. Non entrate Fanzini, Gujska, Carrara, Zambelli. All. Micelli.
ARBITRI: Castagna, Cipolla. NOTE – durata set: 24′, 27′, 22′; tot: 73′.