Belgio, la Camera approva il divieto di indossare il burqa

In Belgio la Camera ha approvato il divieto assoluto di indossare il burqa islamico nei luoghi pubblici. La proposta è stata approvata con il voto favorevole di tutti i deputati belgi, salvo due astensioni, prevede un’ammenda da 15 a 25 euro e/o una settimana di detenzione per chiunque si presenti in un luogo pubblico col volto coperto, totalmente o in parte, in modo da rendere impossibile l’identificazione. Eccezioni sono previste per le feste di carnevale. Secondo quanto dichiarato dai promotori dell’iniziativa, si tratta di una norma che non solo assicurerà la pubblica sicurezza ma che tutelerà la dignita delle donne, assicurando il rispetto di principi democratici fondamentali.
La nuova legge è stata proposta dai liberali con il sostegno dei cristianodemocratici e dei socialisti e la sua approvazione permetterebbe al Belgio di battere sul tempo la Francia, dove l’esame di una proposta legislativa sul velo islamico è in programma per il maggio prossimo.
Per diventare definitivo il provvedimento  dovrà comunque essere votato anche dalla maggioranza del Senato. L’approvazione da parte del Senato stesso appare praticamente scontata, ma potrebbe essere ostacolata dalla crisi politica in cui è precipitato il Belgio dopo le dimissioni del primo ministro Yves Leterme, accettate lunedì scorso dal Re Alberto II.

Tatiana Della Carità