Il figlio si sposa, la mamma si ritocca! Chirurgia plastica, trend in aumento del 20% annuo

Quando una coppia decide di comun accordo la data del matrimonio inizia il countdown, il conto alla rovescia. Scatta il momento dei preparativi che il più delle volte rappresentano la “croce e la delizia” dei futuri sposi.

Corse frenetiche a cercare il vestito adatto, la scelta del ristorante che faccia al proprio caso, le partecipazioni. Perfino decidere i confetti, non è mica un particolare da poco! Avete una minima idea di quanti tipi di confetti nuziali ci siano in commercio? Un’infinità!

Solo a scegliere i gusti c’è da uscire matti! Oltre ai più tradizionali cioccolato e mandorla, ci sono confetti col ripieno al: fondente, cocco, caffè, vaniglia, albicocca, limoncello, fragola, after eight, mela verde, menta e liquirizia, profitterol, marron glacè, tiramisù, gianduia, mandorla e banana, mandorla e ananas, mandorla e babà con panna, mandorla ricotta e pera, cereali e tanti tanti altri ancora.

Insomma i dettagli non sono pochi e ci serve grande pazienza per occuparsi di ogni cosa. C’è chi a tutto questo, non contento aggiunge dell’altro, giusto per complicarsi un po’ la vita! Tanto…

Ci sono molte coppie che decidono di “rimettersi in forma” in vista del fatidico giorno “X” andando in palestra durante l’intero periodo prematrimoniale. Una full immersion per perdere quei chiletti di troppo che renderebbero assai più difficoltosa la “prova vestito”.

Lei perché sogna da una vita di entrare in quell’abito tanto bello quanto stretto, dal corpetto talmente piccolo da dover essere campionessa mondiale di apnea per poterlo indossare.

Lui perché non vuol essere da meno e pur di non sfigurare vicino la sposa è disposto a mettersi “a stecchetto” per perdere le “maniglie dell’amore” a cui, a dir la verità, ci si è pure un po’ affezionati!

Insomma cosa non si fa per essere in forma smagliante il giorno del “fatidico si”. Gli sposi del ventunesimo secolo sono disposti perfino a sudare le cosiddette “sette camicie” tra: tapis roulant, cyclette e vogatori.

Questa nuova “moda” è venuta fuori alla “luce del giorno” grazie anche ad un reality molto simpatico in onda ogni venerdì sera alle 21:10 su Cielo, la tv digitale gratuita di Sky. Il reality prende il nome di CAMBIO VITA….MI SPOSO!

Nel divertente programma, condotto da Natasha Stefanenko, protagonisti in ogni episodio sono una coppia di futuri sposi che vengono aiutati dalla bellissima presentatrice e da un team di esperti (un chirurgo plastico, un personal trainer, un dietologo, un dentista e un wedding designer) a rendere indimenticabile il loro matrimonio.

Gli esperti intervengono sullo sposo e sulla sposa, separati durante le fasi di “restyling” e riuniti solo pochi istanti prima della cerimonia. Il reality mostra chiaramente come numerose coppie di futuri sposini siano disposte a diete ferree, esercizi estenuanti in palestra e cure estetiche più o meno invasive pur di risultare impeccabili davanti all’altare.

A proposito di cure estetiche, è recente una statistica che parla di vero e proprio boom dei ritocchi estetici tra le mamme degli sposi, che nel giorno del ‘si’ vogliono apparire al meglio davanti a parenti e amici.

Il chirurgo Alessandro Gennai afferma “Sempre più spesso ricevo mamme che si stanno preparando per le nozze dei figli. Il trend, in aumento, e’ di circa il 20% all’anno e molte desiderano una rinfrescatina al viso”. Iniezioni di botulino e acido ialuronico gli interventi più richiesti. Ma anche le spose che ricorrono al chirurgo sono in aumento.

V’immaginate la scena? Il figlio o la figlia: “Mamma mamma mi sposo!” E lei preoccupata: “cavolo devo proprio andare a farmi un lifting!” e ancora: “Non posso presentarmi al matrimonio in questo stato!”

Ma non staremo un po’ esagerando? D’accordo che ognuno è libero di fare quello che più crede, però quando è troppo, è troppo! In primis un interventino dal chirurgo plastico in occasione del matrimonio, poi che ci dobbiamo aspettare, un bel seno nuovo al battesimo del nipote? E perché no, una liposuzione al primo dentino!?

Mah… come dicono a Milano? Rob de mat!

Fabio Porretta