Napoli, quattordicenne tenta il suicidio a scuola

Il liceo Umberto I a Napoli

Il liceo Umberto I di Napoli questa mattina è stato teatro del dramma personale di una studentessa. La quattordicenne, che frequenta il IV ginnasio, ha infatti tentato il suicidio intorno alle 11.00, gettandosi dal secondo piano dell’edificio.
Secondo quanto raccontato dai compagni di classe, la ragazza avrebbe chiesto all’insegnante il permesso di andare in bagno e poi, una volta uscita nel corridoio, avrebbe aperto la finestra e si sarebbe lanciata nel vuoto. Gli amici precisano che la protagonista della drammatica vicenda ha subito un forte trauma non molto tempo fa: nei mesi scorsi un suo amico -forse il suo fidanzatino- si è tolto la vita con questa stessa dinamica, in un altro liceo di Napoli. “Sembra che lei conoscesse quel ragazzo da un mese e mezzo -spiega Ennio Ferrara, preside dell’istituto- Pare che lui le avesse mandato un sms prima di uccidersi: lei però non è riuscita a rispondere al messaggio proprio perché si trovava in classe. Ultimamente, però, sembrava tranquilla”.  

Ora la ragazza, ricoverata d’urgenza presso il reparto di rianimazione dell’ospedale Cardarelli, è in condizioni gravi, ma non si trova in imminente pericolo di vita. “La paziente è vigile e collaborativa –sottolinea il direttore medico di presidio Franco Paradiso- Però le valutazioni sono ancora in atto e la prognosi non può essere sciolta. Per il momento la diagnosi è di politrauma: potrebbero esserci anche delle lesioni interne, ma sono stati esclusi danni midollari”.

Tatiana Della Carità