Italiani e Internet, il picco di collegamenti tra le 18 e le 21

    L’ accesso a internet da qualsiasi luogo (casa, ufficio, studio, altri luoghi) e strumento è disponibile per 32 milioni di Italiani (il 66,8% della popolazione tra gli 11 e i 74 anni), soprattutto per il 78,3% degli Italiani tra gli 11 e i 54 anni (27 milioni), Rispetto al 2009, l’incremento percentuale degli individui con accesso da qualsiasi luogo e strumento è pari all’11,9%, l’accesso da casa tramite computer cresce del 20% (29 milioni di individui nel 2010) e quello da mobile – cellulare/smartphone/ PDA – del 62,9% (4,828 milioni di Italiani nel 2010).

    Cresce, più in generale, la disponibilità di accesso a internet tra le famiglie italiane. Sono infatti 11,514 milioni le famiglie con almeno un componente fino a 74 anni (il 54,6%) che dichiarano di avere un accesso a internet da casa attraverso almeno uno dei device considerati (computer di proprietà, computer aziendali, televisori), con un incremento del 17,7% (rispetto al 2009 che registrava il 46,4% delle famiglie collegate, ovvero 9,7 milioni).

    Il 64,9% delle famiglie con accesso a internet da casa dispone di un collegamento veloce via ADSL/fibra ottica (8 milioni di famiglie) con un abbonamento flat nel 90,5% dei casi (7,212 milioni di famiglie). È rilevante anche l’accesso attraverso le chiavette internet presente nel 22,2% dei casi (2,748 milioni di famiglie).

    Per quanto riguarda l’audience online, in base ai dati AW Database, il planning database che presenta la stima dell’utilizzo di internet da casa, ufficio e altri luoghi da parte degli individui italiani di età compresa fra 2 e 74 anni attraverso un PC, nel mese di aprile 2010 risultano 23,6 milioni gli utenti attivi, con un incremento del 12,2% rispetto allo stesso mese del 2009.

    L’audience online nel giorno medio è di 11,644 milioni di utenti attivi, con 1 ora e 36 minuti di tempo speso online quotidianamente e 174 pagine viste per persona. Rispetto al mese di aprile 2009, gli utenti attivi nel giorno medio aumentano del 13,8% e crescono del 2,3% anche le pagine viste per persona (170 pagina viste per persona nel giorno medio ad aprile 2009).

    Gli Italiani online ad aprile sono principalmente adulti tra i 35 e i 54 anni (il 46,2% degli utenti attivi nel giorno medio) che navigano in media per 1 ora e 36 minuti consultando 177 pagine, seguiti dai 25-34enni (il 21,2% degli utenti attivi nel giorno medio) che nel giorno medio trascorrono 1 ora e 45 minuti visitando 197 pagine per persona. 1,3 milioni i giovani tra i 18 e i 24 anni (il 10,8% degli utenti attivi nel giorno medio) che trascorrono in assoluto più tempo in rete, registrando in media un consumo individuale di 1 ora e 48 minuti e 189 pagine viste nel giorno medio.

    Per quanto riguarda l’area geografica di appartenenza, nel giorno medio si registrano 3,7 milioni di utenti attivi dell’area Nord-Ovest (il 24,8% della popolazione di riferimento), 2 milioni dell’area Nord-Est (21,7%), 2 milioni del Centro (21%) e 3,7 milioni del Sud e Isole (18,3%). La regione Lombardia presenta la percentuale di utenti attivi più alta con una media giornaliera di 2,3 milioni di utenti attivi, il 25,2% di utenti attivi sulla popolazione di riferimento.

    Si conferma una maggiore concentrazione dell’uso di Internet nei giorni lavorativi (lunedì – venerdì) con una media giornaliera di 12,2 milioni di utenti attivi e 178 pagine viste per 1 ora e 37 minuti per persona. L’accesso a internet cala nel fine settimana (sabato – domenica). Sono, infatti, 10,2 milioni di utenti attivi nel giorno medio con 1 ora e 33 minuti di tempo speso e 162 pagine viste per persona.

    Il prime time dell’online è confermato nella fascia pomeridiana. A partire dalle ore 12:00 l’audience online cresce raggiungendo il picco tra le 18:00 e le 21:00 con 6 milioni di utenti online collegati in media per 35 minuti.

    Aduc