Da oggi in libreria ‘Ho fatto un sogno’, la graphic novel in cui Vasco è un super eroe

Vasco Rossi

Arriva oggi nelle librerie italiane di ‘Ho fatto un sogno’, la graphic novel in cui Vasco Rossi diventa un super eroe. Il fumetto, il cui titolo è tratto dall’omonima canzone, è ambientato in un futuro rigido e controllato, in cui la dittatura ha proibito tutte le forme di libera aggregazione e, soprattutto, ha reso illegale quella che ritiene la principale fonte di dissidenza: la musica. In questa ipotetica società -che appare come una sorta di mix tra quella descritta da Bradbury in ‘Fahrenheit 451’ e quella orwelliana di ‘1984’- la popolazione è obbligata ad ostentare felicità: anche non essere felici è un reato. Ma clandestinamente la resistenza si è organizzata: c’è infatti una realtà, nel sottosuolo, in cui i musicisti tengono concerti e studiano un piano per incrinare la facciata sorridente del regime. Potrebbe essere proprio la forza della musica, infatti, a distruggere la dittatura.

”Il fumetto -scrive il Blasco nell’introduzione del volume- è un’espressione d’arte contemporanea. Arte povera ma… buona, come la musica rock. Il fumetto è ‘pittura’ leggera come la canzone, entrambe ‘leggere’ e insieme profonde: se ne può consigliare l’uso – e l’abuso – non hanno controindicazioni. Portano gioia e fantasia, aiutano a combattere il grigiore quotidiano”.  Questa graphic novel vuole descrivere il mondo visto da Vasco. “E’ un mondo -spiega ancora il cantante- che non riesce ancora a liberarsi dai pregiudizi nei confronti del diverso e che ha bisogno di trovare un colpevole perché non sa affrontare le colpe”

Tatiana Della Carità