Shuttle, ultima missione: trovare casa

Ultima missione per la navetta spaziale della Nasa Atlantis. Alle 8:48 in punto, le 14:48 in Italia, è, infatti, atterrata in Florida per l’ultima volta. La Nasa non pensa di mettere in vendita le navicelle spaziali. Vorrebbe darle a qualche museo.

Come riporta l’Ansa, però, la strada è complessa. Per mettere in mostra uno shuttle in uno spazio pubblico occorrono molti soldi, che servono per disinstallare i componenti radioattivi e soprattutto trasportare i giganti dello spazio in loco, utilizzando il 747 appositamente creato per lo scopo. Ma, un istituzione come lo Air and Space Museum dello Smithsonian, che ha una prelazione per il Discovery, può contare su un bilancio annuo di 28 milioni di dollari, troppo pochi rispetto a quanto stimato dalla Nasa per “ripulitura” e trasporto. Inoltre, occorre costruire un complesso che sia nelle condizioni di ospitare gli shuttle. D’altro canto, il Kennedy Space Center stima che una mostra del genere potrebbe far arrivare oltre 1,5 milioni di visitatori l’anno. Altri istituti prevedono incassi netti per 106 milioni di dollari. La caccia al museo è insomma aperta

Marco Di Mico