Usa, marea nera: fallisce operazione Top Kill. Bp ritenta con nuova operazione

    L’ operazione Top Kill per bloccare il flusso di greggio è fallita dopo tre giorni di interminabili ma inutili lavori. Dopo il tentativo della cupola e del siringone, anche questo terzo tentativo si è vanificato dopo tre giorni di interminabili ma inutili lavori e le acque del Golfo del Messico continuano a tingersi di nero, senza ipotesi di soluzione a breve termine. Un fallimento che fa infuriare e spezza il cuore, tanto per usare le parole di Obama.

    Bp passa adesso a una nuova manovra per cui si e’ data quattro giorni, forse piu’, di tempo: si chiama Lower Marine Riser Package (LMRP), nella sostanza un ‘cappuccio’ o una ‘mini-valvola’ posizionato sopra la supervalvola che non ha funzionato in aprile e collegato alla nave di appoggio in superficie con cui Bp si augura di catturare il grosso del greggio e del gas che escono dal pozzo danneggiato 40 giorni fa. Doug Suttles, il capo delle operazioni della compagnia petrolifera, ha spiegato che saranno utilizzati robot sottomarini per tagliare la conduttura danneggiata e coprirla con una valvola di contenimento: un’operazione che durerà quattro giorni. L’installazione del nuovo dispositivo, ha aggiunto, “non e’ privo di rischi e non e’ mai stato provato prima a questa profondità”, a 1.500 metri sotto il livello marino.

    Oltre alla reputazione la catastrofe ambientale è costata finora alla Bp quasi un miliardo di dollari e messo in imbarazzo la Casa Bianca, mentre il Dipartimento della Giustizia ha mosso i primi passi verso un’azione penale contro Bp per i comportamenti prima e dopo il disastro, al fine di accertare se Bp abbia violato regole di sicurezza federali e fuorviato le autorità assicurando che era in grado di contenere rapidamente la perdita di greggio.

    Intanto in Louisiana e a New York scoppiano proteste e manifestazioni contro il governo federale e contro la multinazionale petrolifera, mentre Obama non nasconde la propria frustrazione e impotenza dinanzi a questa tragedia secolare.

    Luigi Ciamburro