FareFuturo e Fini difendono Saviano: No tagli trasmissione

La fondazione vicina a Fini critica viale Mazzini che vuole ridurre da 4 a 2 le puntate di “Vieni con me” realizzato da Saviano e Fabio Fazio su Rai 3.

Orlando: “Berlusconi ordina e Masi esegue”. Pd: “Si vuole cancellare voce fuori dal coro”

“Speriamo che non sia vero. Perché non è un bel paese quello in cui la propria televisione pubblica, la televisione di tutti, decide di tagliare un evento culturale prima che mediatico come la trasmissione di Roberto Saviano. Significa che lo Stato abdica alle sue funzioni per accontentarsi di nani e ballerine, di zerbini e di veline”. E’ quanto scrive Filippo Rossi in un editoriale sulla testata on line della Fondazione FareFuturo presieduta da Gianfranco Fini dopo che Repubblica ha rivelato l’intenzione della Rai di ridurre da 4 a 2 le puntate dello speciale “Vieni con me” realizzato dallo scrittore con Fabio Fazio su Rai 3.

“Non lo diciamo per Saviano che ha la capacità e la forza di difendersi da solo. Lo diciamo per noi e per tutti quegli italiani che vorrebbero essere ancora orgogliosi del proprio paese, per tutti quegli italiani che ancora cercano le ragioni profonde di uno stare insieme, di un riconoscersi, di un apprezzarsi. Ecco, Roberto Saviano, quel che questo ragazzo rappresenta, è l’idea di un paese normale in cui legalità e giustizia abbiano di nuovo un senso concreto, al di là della retorica, al di là della propaganda!”

Secondo Farefuturo non può piacere un paese che, attraverso la televisione pubblica, mette in conto di tagliare ciò che in una democrazia non può mai essere messo in un angolo: lo spirito critico, la forza della parola, la rabbia della verità:
“Non è pubblico, un servizio che nasconde la polvere del paese sotto il tappeto di un’insostenibile leggerezza. Dovrebbe ringraziare quelli come Roberto Saviano, che si ostinano a pensare che fare domande e cercare risposte sia l’anima di ogni democrazia”.

Roberto Saviano chiuderà domenica il Festival dell’Economia a Trento. Introdotto dall’editore Giuseppe Laterza, terrà una lectio alle 18 presso l’Auditorium Santa Chiara che avrà per tema Le mafie che controllano l’economia del Paese.

Emiliano Stefanelli