Robert Redford contro i petrolieri

The Fix è il “corto” che Robert Redford indirizza al popolo americano per “svegliarlo” dal disastro ambientale generato dall’affondamento della piattaforma petrolifera Deep Horizon della multinazionale BP nel golfo del Messico.
L’attore, regista e fondatore del Sundance Film Festival ricorda le 11 vittime, l’impatto della marea nera sulle coste e le conseguenze del disastro ambientale su tutta l’economia degli Usa. “Bisogna fare pressione sulle compagnie e sui politici, soprattutto quelli che dalle stesse compagnie hanno avuto soldi per le loro campagne elettorali. Perché i costi del disastro li pagheremo noi, non loro”. “Da ragazzo lavorai per la Standard Oil – ricorda Redford -. Conosco quel lavoro e per questo riesco a vedere cosa c’è dietro le campagne pubblicitarie che parlano delle compagnie petrolifere come rispettose dell’ambiente. Smettete di dare ascolto alla propaganda delle compagnie petrolifere e alle loro marionette al Congresso, che è solo nel loro interesse. Fa male alla salute”. The Fix si conclude con l’appello di Robert Redford perché la gente si impegni per una vera energia pulita. “E’ già disponibile grazie al sole, al vento. E’ tempo di smetterla con la nostra dipendenza dal petrolio”
Emiliano Stefanelli