Calciomercato, tra la Juve e Krasic interviene l’ Inter. Agnelli chiama Moratti

Se tra il dire e il fare di solito c’ è di mezzo il mare, tra Krasic e la Juve invece sembra esserci di mezzo l’ Inter.

Tra il “dire” del giocatore telefonico di voler giocare in Italia, sognare la maglia bianconera e voler diventare il nuovo Nedved, telefonico e il “fare” del dg juventino Marotta, pronto a chiudere la trattativa con il Cska Mosca con circa 12 milioncini di euro fumanti sul piatto, si sono messi di traverso altri club, Manchester City e Inter in primis.

Per questo il club moscovita, che aveva fissato il prezzo, quando tutto sembrava ormai solo una formalità, ha iniziato a prendere tempo per alzare la posta, vantando offerte superiori ai 15 milioni, forse 18.

La Juve, però, di farsi prendere per il naso dal Cska non ne ha voglia e infatti ha fatto sapere ai russi che l’offerta rimane quella, prendere o lasciare. Anzi, o decidono nel giro di un paio di giorni, oppure salta tutto.

Marotta vanta l’intesa col giocatore – fedeltà ribaditagli anche in un colloquio telefonico avuto ieri col diretto interessato – e spera che questo basti per tenere lontane interferenze e azioni di disturbo varie. Krasic vuole solo la Juve, non pensa all’Inter, né tanto meno gli passerebbe per la testa di andare nella triste Manchester degli sceicchi. Ma per non voler sapere né leggere né scrivere, da quanto trapela Andrea Agnelli avrebbe voluto comunque sincerarsi delle intenzioni dei nerazzurri direttamente con Massimo Moratti. I due numeri uno, forse inaugurando una nuova era di buon vicinato, si sono parlati e Moratti avrebbe garantito al rampollo di casa Agnelli che l’Inter non proseguirà con azioni di disturbo. A buon rendere, dunque. Se Krasic vuole solo la Juve, allora Juve sarà. Ammesso che il Cska abbia capito l’antifona.

TuttoJuve.com