Messico, ritrovati 12 cadaveri nei dintorni di Cancun

Nei pressi di Cancun, in Messico, la polizia locale ha rinvenuto i cadaveri di 12 persone. I corpi erano legati e presentavano segni di tortura e, secondo quanto riferito dagli investigatori, le vittime -nove uomini e tre donne- sarebbero state torturate e poi uccise da bande di narcotrafficanti. Francisco Alor, funzionario del governo dello stato di Quintana Roo, ha dichiarato che queste persone sono morte per soffocamento e che a tre di loro, dopo il decesso, “è stata incisa sul petto la lettera Z”, il simbolo degli Zatas, banda paramilitare messicana un tempo affiliata con il cartello del Golfo.

Tatiana Della Carità