P3, i difensori di Marra chiedono di rinviare l’audizione al Csm del presidente della Corte d’appello di Milano

Roma. Rinviare l’audizione al Csm del presidente della Corte d’appello di Milano, Alfonso Marra. E’ la richiesta trasmessa ai consiglieri di Palazzo dei Marescialli dal ‘difensore’ del magistrato, l’ex pm di Mani Pulite Piercamillo Davigo, oggi consigliere in Cassazione. Marra è stato convocato per lunedì mattina dalla Prima Commissione del Csm, che a suo carico ha aperto la procedura di trasferimento d’ufficio per incompatibilità ambientale dopo gli sviluppi dell’inchiesta P3. A quanto si apprende, Davigo motiva la sua richiesta con l’esigenza di avere più tempo a disposizione per poter studiare le carte del ‘caso’. Ma nella lettera inviata oggi al Csm fa riferimento anche alle contestazioni mosse a Marra dal pg della Cassazione nell’azione disciplinare: ricalcherebbero quelle della Prima Commissione, che quindi si vedrebbe costretta a ‘stoppare’ l’iter già avviato per il trasferimento del magistrato da Milano trasmettendo gli atti dell’istruttoria finora compiuta agli uffici del pg Esposito. Sulla richiesta di Davigo domani deciderà la Prima Commissione, che potrebbe decidere anche di rigettarla non ritenendone fondati i motivi.

Apcom