Sfruttare lo sciacquone per produrre energia: con Hydro power è una realtà

    Se ne era già parlato in passato, sfruttare lo sciacquone per generare energia può essere una brillante idea ed ora grazie ad uno studente americano esiste un prodotto adatto ai condomini che serve proprio a questo, parliamo di Hydro power.

    L’idea è venuta a Tom Broadbent, studente britannico che sfruttando lo stesso meccanismo che adottano le centrali idroelettriche anche se in versione notevolmente ridotta. Il principio è quello di sfruttare la caduta dell’acqua degli scarichi condominiali domestici, quindi non solo lo sciacquone ma anche quella che deriva dalle docce, dai lavandini e dalle vasche da bagno.

    L’acqua che scorre nel tubo che arriva nella fogna, aziona una turbina a quattro pale generando così energia che può o essere immessa nella rete oppure si può decidere di utilizzarla per l’edifio stesso. L’inventore del sistema ha preso spunto quando si è accorto con quale velocità e forza si svuotava una vasca da bagno così si è messo all’opera. L’hydro power mediamente è in grado di produrre energia per circa 1200 euro all’anno, una cifra niente male, non credete?

    Alternativasostenibile.it