Esodo estivo: tutto pronto per il primo settimana da “bollino nero”

Roma, 29 lug. Tutto pronto per il primo fine settimana da ‘bollino nero’ sulle autostrade e sulle strade italiane: quella che scatterà sabato 31 luglio è, infatti, la prima delle due giornate di grande esodo estivo in cui il traffico si prevede intensissimo per le partenze degli italiani verso le località di villeggiatura. La seconda tornata da allerta è quella del 7 e 8 agosto, ma traffico intenso è previsto anche per il fine settimana di ferragosto e per quello del 21-22 agosto, quando ci sarà chi parte per le vacanze, ma inizierà anche la fila di chi torna a casa. Secondo l’Istat, il bimestre di luglio e agosto è quello che registra il maggior numero di incidenti stradali: nel 2008 ce ne sono stati 38.408 che hanno causato la morte di 939 persone. Particolarmente tragico il mese di luglio che, nel 2008, si è aggiudicato il triste record dell’incidentalità stradale”, con 21.369 incidenti e 487 morti, cifre nettamente superiori ai 18.246 sinistri e alle 394 vittime che si registrano mediamente negli altri mesi dell’anno. Anas, Autostrade per l’Italia e Polstrada hanno presentato nei giorni scorsi i piani per affrontare il grande esodo estivo. Quello dell’Anas, all’insegna dello slogan ‘Parti col piede giusto, parti informato’, è stato presentato oggi dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Altero Matteoli. A vigilare sull’esodo saranno circa 2.000 unità di addetti alla viabilità, 1.600 veicoli, oltre 1.100 pannelli a messaggio variabili e 2.140 telecamere. La Polizia stradale opererà con 200 pattuglie, composte da 1.750 unità e 315 mezzi mentre l’Aci metterà in campo 5.000 addetti e 3.500 mezzi di intervento. Tra le novità di quest’anno targate Autostrade per l’Italia, il fatto che nei giorni “più caldi” sarà attiva la sala gestione emergenze per coordinare i presidi dei nodi e dei tratti più trafficati. Per quanto riguarda i cantieri, per agevolare la circolazione fino al 31 agosto resteranno aperti solo 14 cantieri rispetto ai 140 medi giornalieri, garantendo sempre il numero di corsie preesistenti. Per quanto riguarda, invece, il centro di coordinamento nazionale in materia di viabilità, è stato predisposto il calendario con la previsione delle giornate con traffico intenso e possibili criticità. Le direttrici di rilevanza nazionale maggiormente interessate dal traffico turistico sono in Liguria le autostrade A10, A12, A6, A7 ed A26, in Friuli Venezia Giulia, Veneto e Trentino Alto Adige le autostrade A4, A22, A23, A27 e A28, in Emilia Romagna le autostrade A1 e A14 Bologna-Taranto, in Lazio e Campania l’autostrada A1 Roma-Napoli, in Campania, Basilicata e Calabria l’autostrada A3 Salerno-Reggio Calabria, in Puglia l’autostrada A14 e in Sicilia le autostrade A18, A19, A20 e A29. Il piano per l’esodo estivo della polizia stradale prevede, a luglio e agosto, ogni giorno in strada 1.450 pattuglie in auto, 100 pattuglie in moto, 281 postazioni Tutor attivate per il controllo della velocità media, 95 misuratori di velocità in postazione fissa e mobile, 50 autovetture con Provida per il controllo della velocità e 530 etilometri e 1853 precursori per il controllo dei conducenti.

Apcom