Ricotta rossa, l’Istituto zooprofilattico di Sassari ha iniziato ad effettuare gli esami

Sono cominciati stamattina, nei laboratori del dipartimento igiene degli alimenti dell’istituto zooprofilattico di Sassari, gli esami di laboratorio sui campioni di ricotta ‘rossa’ sequestrati dai carabinieri del Nas in un supermercato di Olbia. Si tratta di cinque vaschette di ricotta in confezione da 250 grammi, di cui una sola, quella segnalata dalla donna olbiese che l’aveva acquistata, di colore rosso. I campioni di ricotta verranno sottoposti ad esami microbiologici per verificare la presenza di microrganismi patogeni e contaminanti. “I ceppi di batteri che possono determinare la colorazione rossa sono diversi – spiega il dottor Antonio Fadda, responsabile delle analisi- Per questo sarà necessario attendere almeno una settimana prima di avere i risultati”. Intanto, gli esperti dell’istituto zooprofilattico invitano i consumatori ad attenersi al rispetto dei criteri di conservazione dei prodotti. “La maggior parte delle tossinfezioni – precisa Fadda – avvengono in casa e dipendono da una cattiva gestione domestica degli alimenti”.

Fonte: Apcom