Duisburg, la città si ferma oggi per ricordare le 21 vittime della tagedia della Love Parade

Berlino, 31 lug. Oggi la città di Duisburg si ferma per ricordare le 21 vittime della Love Parade di una settimana fa. Nella calca che ha provocato la tragedia, è morta anche la 21enne Giulia Minoli originaria di Brescia. Nella chiesa evangelica Salvatorkirche nel centro storico della città tedesca è stata organizzata una cerimonia religiosa con rito ecumenico in ricordo dei morti. E’ prevista la partecipazione del presidente federale di Germania, Christian Wulff, del cancelliere, Angela Merkel. La funzione religiosa sarà presieduta dal vescovo di Essen, Franz-Josef Overbeck e dal capo della Chiesa evangelica della Renania, Nikolaus Schneider. Non è stata confermata la presenza del sindaco di Duisburg, Adolf Sauerland, sotto accusa per l’organizzazione della Loveparade e invitato da più parti a lasciare l’incarico di primo cittadino. La prima rete televisiva pubblica Ard ritrasmetterà in diretta la cerimonia mentre a Duisburg saranno allestiti dei maxischermi. Le 21 vittime di età compresa tra i 20 e i 40 anni, sono decedute tutte a causa di una violenta compressione toracica.

Apcom