NUOVA TOYOTA YARIS / Anteprime auto, presentazione ufficiale al Salone di Ginevra 2011

    NUOVA TOYOTA YARIS – I lavori per la ristrutturazione dell’utilitaria di segmento B del listino Toyota, giunta alla sua seconda generazione, sono iniziati già da qualche tempo e la fase di prove su strada è già stata iniziata, qualche mese fa. No, non parleremo di foto spia, come tutti ipotizzate, bensì di alcune immagini, diffuse in mattinata nel reticolato di appassionati virtuali, che provengono da una brochure ufficiale del costruttore giapponese e che svelano l’aspetto della terza e nuova generazione di Toyota Yaris. Il debutto non dovrebbe avvenire prima del secondo semestre del prossimo anno: la presentazione della nuova Yaris è già stata programmata per il Salone di Ginevra dell’anno venturo, che si terrà nel mese di marzo.

    Ciò che ci raccontano le immagini di Toyota Yaris è un nuovo prodotto della matita rigida degli ultimi tempi, scelta da Toyota per ammodernare Toyota Avensis, Toyota Verso e Toyota Land Cruiser, la stessa di Toyota iQ e Toyota Verso-S. Il linguaggio progettuale, sulla carrozzeria minuta della nuova Toyota Yaris, rende la vettura più seria ed importante. Vero è, altresì, che il costruttore sembra aver amplificato le dimensioni, come prassi ad ogni avvicendamento generazionale. E, sebbene si possano respirare alcuni accenni alla congiunta Toyota Auris e a Peugeot 207 (in special modo per quanto riguarda la linea laterale) e da alcuni punti di vista, come al posteriore, la geometria estetica sia rimasta la stessa, il risultato è tutto sommato piacevole. Voi che ne pensate?

    La nuova Toyota Yaris verrà realizzata anche in versione ibrida, come venne annunciato qualche settimana fa proprio dalla casa automobilistica giapponese. Yaris ibrida pare offrirà un consumo di carburante molto contenuto, pari a 2,5 litri ogni cento chilometri. Dato, questo, che la renderebbe ancora più interessante di Toyota Prius, per il costo di certo minore (Prius viene commercializzata a partire da 26.450 euro) e per l’aspetto estetico, a prima vista più piacevole. Per il resto, non abbiamo alcuna informazione, per ora, su come si evolverà la gamma di propulsori dell’utilitaria giapponese e di quali contromosse prenderà Toyota verso questa fuga prematura di notizie, probabilmente veritiere.

    Fonte: Ultimogiro.com