ISLANDA / Primo ministro sotto scorta

ISLANDA – Il commissariato nazionale di polizia dell’Islanda, che ha il compito di monitorare la sicurezza dei ministri dell’isola, ha stabilito che un agente sorvegli costantemente il premier Jóhanna Sigurðardóttir. La decisione è stata presa dopo le proteste contro il governo, all’inizio del mese. La maggiore delle manifestazioni c’era stata lunedì scorso, quando circa 7.000 persone si erano radunate sotto il Parlamento per protestare contro la politica dell’esecutivo. Alcune uova erano state lanciate contro il palazzo.

Questi episodi sono alla base della decisione del commissariato. Per i politici islandesi, misure di sicurezza di questo tipo sono assolutamente inusuali.

Non è noto se anche altri politici oltre al premier Sigurðardóttir siano sotto scorta: solo il dicastero delle Finanze ha smentito che il ministro Steingrimur Jóhann Sigfusson sia sotto protezione.

L’agente che deve proteggere Jóhanna Sigurðardóttir sembrerebbe far parte della Víkingasveitin (la Viking Squad), una sorta di gruppo d’elite composto da una cinquantina di agenti specializzati in attività di anti-terrorismo. Non avendo l’Islanda un esercito regolare, sono gli uomini della Víkingasveitin a prendere parte alle missioni all’estero in cui è impegnata l’isola.

Antonio Scafati