Contro l’obesità arriva la chirurgia senza cicatrici

OBESITA’ CHIRURGIA NO CICATRICI – Per combattere l’obesità arriva la chirurgia senza cicatrici: è possibile grazie a una nuova tecnica di laparoscopia, nome in codice ‘Sils‘ (Single Incision Laparoscopic Surgery). Al Policlinico Gemelli di Roma Roberto Tacchino, responsabile dell’ambulatorio di Chirurgia dell’obesità, l’ha adottata con successo dal 2008. Oltre 100 i pazienti operati con questa tecnica solo nel 2010. L’obesità può essere sconfitta grazie a un intervento mininvasivo di laparoscopia, che non lascia cicatrici perchè si esegue attraverso una sola incisione fatta all’altezza dell’ombelico, un taglietto di soli 20 millimetri. L’intervento dura meno di due ore e offre al paziente la possibilità di riprendersi nel giro di poco tempo. L’intervento attraverso la Sils è più vantaggioso rispetto alla chirurgia bariatrica tradizionale, non solo per il paziente ma anche per il chirurgo, assicura Tacchino in uno studio da poco pubblicato sulla rivista ‘Obesity Surgery’, in cui è riportato l’esito positivo dell’applicazione della Sils su 16 pazienti. Operare in laparoscopia, infatti, spiega l’esperto, significa per il chirurgo avere una visibilità migliore del ‘campo operatoriò e quindi operare una dissezione più precisa, con minor rischio complicanze.

Adnkronos