Salerno: maxi sequestro di falso pomodoro San Marzano, bloccati 5 containers diretti negli Usa

FALSO POMODORO SAN MARZANO – I militari del Nac, Nucleo Antifrodi Carabinieri, di Salerno hanno effettuato controlli ad aziende agricole ed esercizi commerciali nella Regione Campania, nei settori ortofrutticolo, conserviero, ittico e zootecnico. A Scafati, in provincia di Salerno, presso un deposito conserviero, sono stati posti sotto sequestro amministrativo, 14.000 barattoli di pomodori pelati con etichetta recante la dicitura «confezionato nella regione del San Marzano», in realtà provenienti dalle Regioni Puglia e Calabria, evocando così il marchio protetto «pomodoro San Marzano dell’Agro Sarnese – Nocerino», in violazione alle normative in materia di denominazione di origine dei prodotti.

La stessa violazione è stata riscontrata nel controllo eseguito congiuntamente a personale dell’Agenzia delle Dogane presso il porto di Napoli, dove sono stati bloccati cinque containers diretti negli Stati Uniti. Gli stessi contenevano 26.460 barattoli di pomodori pelati di un’industria conserviera di Eboli, in provincia di Salerno, ma provenienti dalle Regioni Puglia e Calabria, evocanti in etichetta il marchio «pomodoro San Marzano dell’Agro Sarnese – Nocerino» e quindi sequestrati.

In conclusione, il sequestro ha interessato un quantitativo pari a 1.376 quintali di pomodoro, per un valore commerciale di circa 60.000 euro. Nel corso di controlli, il titolare di un’azienda zootecnica dell’agro nocerino-sarnese è stato deferito alla competente Autorità Giudiziaria, per aver favorito la permanenza in Italia di due immigrati clandestini.