Omicidio Meredith, torna a parlare Amanda Knox: “Io e Raffaele siamo innocenti”

Amanda Knox

OMICIDIO MEREDITH, KNOX: “IO E RAFFAELE SIAMO INNOCENTI” – Amanda Knox, detenuta presso il carcere di Capanne (Perugia) per l’omicidio della studentessa inglese Meredith Kercher, ha reso oggi una dichiarazione spontanea davanti alla Corte d’Assise d’Appello di Perugia. “Stiamo pagando con la nostra vita . ha detto – un crimine che non abbiamo commesso. Io sono innocente. Raffaele è innocente“. La giovane americana ha ribadito che “è stato commesso un errore” e che “nessuna giustizia è compiuta togliendoci le nostre vite”. La Knox si è poi rivolta ai parenti della ragazza uccisa la notte del 1 novembre di tre anni fa. “Alla famiglia di Meredith – ha dichiarato – voglio dire che mi dispiace molto che lei non c’è più. Anche io ho delle sorelle più piccole e anche solo pensare alla loro mancanza mi terrorizza”. “Ogni giorno – ha aggiunto – la ricordo, il mio cuore è spezzato. Non siete soli quando pensate a lei”.

Tatiana Della Carità