Donna fustigata in pubblico per aver indossato i pantaloni. E’ accaduto a Khartoum

DONNA FUSTIGATA SUDAN – Donna sudanese frustata da un agente della polizia in pubblico a Khartoum.

Forti polemiche sono state provocate in Sudan da un video inserito nei giorni scorsi su ‘Youtube‘ da alcuni attivisti sudanesi. Secondo quanto riferisce la tv araba ‘al-Jazeera’, il video è stato postato il 10 dicembre, in occasione della giornata mondiale dei Diritti umani, per portare all’attenzione dell’opinione pubblica mondiale e sudanese il problema della violazione dei diritti delle donne nel paese africano. Il video è stato girato nel luglio del 2009, probabilmente di nascosto. Secondo chi ha postato il filmato, la vittima è una sedicenne condannata a 50 frustate per aver indossato una minigonna, mentre altri siti arabi sostengono che la ragazza sia stata ritenuta colpevole di aver indossato i pantaloni.
Questa versione dei fatti ricorda la vicenda di Lobna Ahmed Al Hoseini, la giornalista sudanese sotto processo nel 2009 in Sudan per avere indossato pantaloni in pubblico. Alla fine la reporter era stata condannata a 200 dollari di ammenda evitando le frustate, ma solo grazie alla campagna svolta tramite i media arabi.

Luca Bagaglini