Libri

martedì, aprile 5th, 2011

Il vino della solitudine: il nuovo capolavoro di Irène Némirovsky

 Il vino della solitudine: il nuovo capolavoro di Irène NémirovskyADELPHI IL VINO DELLA SOLITUDINEIrène Némirovsky non solo è considerata una delle scrittrici novecentesche più controverse ma anche colei che meglio è riuscita a scavare nell’animo umano utilizzando una sensibilità rara per l’epoca in cui scrive, una creatività che non teme di addentrarsi nella profondità dei suoi libri con l’accurata analisi psicologica dei personaggi che popolano il suo mondo e anche del periodo storico, altrettanto controverso, che la vede alle prese con romanzi che oggi fanno il giro del mondo.
Adelphi pubblica un altro capolavoro della scrittrice ebrea ucraina, Il vino della solitudine.
Un titolo che conduce, da subito, il lettore nel delicato mondo della protagonista, una bambina di otto anni di nome Hèlene, costretta a fuggire, insieme alla famiglia, da una cittadina della Russia a causa della rivoluzione bolscevica per rifugiarsi a Parigi.
La vita di questa bambina è scandita non solo dagli instabili movimenti politici o dalle rivoluzioni che dominano quel momento storico nell’Europa dell’Est ma anche dal fermento culturale parigino che influenza la vita di Bella, la madre di Hèlene.
Centro nevralgico per molte famiglie benestanti dell’Europa orientale, oltre che per molti artisti, Parigi rappresenterà un momento di svolta nella vita di Helène, che si ritroverà ancora più sola di quanto già non fosse prima. Il cuore della narrazione riguarda il rapporto tra la bambina e Bella, la madre, una donna accecata dalla superbia e dall’egoismo, avida dei soldi del marito, nei confronti del quale non nutre alcun tipo di sentimento, se non un legame morboso con la sua ricchezza. Le energie della madre di Hèlene vengono spese per conquistare le attenzioni degli uomini, mentre è totalmente incurante del bisogno di attenzioni che richiede silenziosamente la figlia, la quale cresce nutrendo un odio profondo per questa donna così concentrata su se stessa.
Quella di Hèlene è una vita di solitudine e incomprensioni, di silenzi e cose taciute. E tutto ciò sfocia in un bisogno di vendetta, in una sete di giustizia domestica che si espliciterà quando Hèlene diventerà grande. Ma la sua sensibilità e la maturità che ha raggiunto la porta ad essere una donna diversa da sua madre, una donna che non può godere del male e della solitudine altrui. Così Hèlene cerca di riprendere le redini della sua vita, nonostante le insanabili ferite e i vuoti lasciati dalla madre.
Considerato un romanzo autobiografico, il tema del difficile, se non inesistente, rapporto tra madre e figlia ritorna ed è più ricco di particolari, scava nel profondo forse più di Jezabel (Adelphi, 2007), e a questo tema si intreccia l’instabilità del periodo storico che Hèlene, allo stesso modo di Irène, sta vivendo con conseguente sconvolgimento della sua vita. Anche in questo caso l’analisi è più curata e racconta maggiormente la vita di questa famiglia di quanto la scrittrice non abbia fatto nel romanzo I cani e i lupi (Adelphi, 2008).

Sara Durantini

Commenti
Notizie Correlate
Cane che sviene dalla gioia (screen shot video youtube)

giovedì, 31 luglio 2014 - ore: 19:23

Usa: il cane sviene quando rivede dopo due anni la padrona. Ecco il video!

Un video simpaticissimo che nel giro dei tre giorni dalla sua pubblicazione ha […]

Fabio Capello (getty images)

mercoledì, 30 luglio 2014 - ore: 14:13

Calcio, Fabio Capello conferma: ”Resto fino al Mondiale 2018 sulla panchina della Russia”

  Fabio Capello rimarrà Ct della Russia fino ai Mondiali casalinghi del 2018. […]

Randagi

domenica, 27 luglio 2014 - ore: 15:55

Estate 2014: aumentano gli abbandoni dei cani

L’Associazione italiana difesa animali ed ambiente (Aidaa) ha diffuso i dati sull’abbandono dei […]

Ucraina ambulanza (getty images)

sabato, 26 luglio 2014 - ore: 10:32

Allarme Unhcr: in Ucraina 100.000 sfollati interni

Mentre imperversa la guerra a Gaza si rischia di dimenticare un altro fronte […]

Presidente Russo, Vladimir Putin (Getty images)

martedì, 22 luglio 2014 - ore: 12:43

Russia, Putin cancella l’ora legale

Questa estate sarà l’ultima con l’ora legale in Russia. Lo stabilisce una legge […]

Una stazione della metropolitana di Mosca (Foto: KIRILL KUDRYAVTSEV/AFP/Getty Images)

martedì, 15 luglio 2014 - ore: 10:02

Mosca: deraglia treno della metropolitana

Grave incidente questa mattina nella metropolitana di Mosca. Un treno è deragliato. Il […]

Napoli, De Laurentiis: “Fellaini ipotesi reale per il centrocampo”

Aurelio De Laurentiis, presidente del Napoli, ai microfoni di Radio Kiss Kiss ha […]

giovedì, 31 luglio 2014 - ore: 16:05 - Leggi Tutti >>

Iraq, giustiziati 15 militanti sunniti: cadaveri esposti in piazza

Mentre i riflettori dei media internazionali sono puntati sull’escalation della violenza dell’offensiva israeliana […]

giovedì, 31 luglio 2014 - ore: 15:51 - Leggi Tutti >>

Autralia, la maledizione della Malyasia Airlines: interrotto un decollo per rischio collisione.

A volte le coincidenze ripetute potrebbero sembrare in alcuni casi una vera e […]

giovedì, 31 luglio 2014 - ore: 15:37 - Leggi Tutti >>

Usa: muore soffocato bimbo di 3 anni intrappolato in auto

E’ morto per un drammatico e fatidico incidente il piccolo bambino di tre […]

giovedì, 31 luglio 2014 - ore: 15:10 - Leggi Tutti >>

Economia, Padoan-Sapin: Crescita Ue meno favorevole delle stime. Serve sforzo ulteriore

Si è svolta a Roma, al termine di un incontro bilaterale, la conferenza […]

giovedì, 31 luglio 2014 - ore: 14:53 - Leggi Tutti >>

advertising