Manovra economica: al via la procedura parlamentare

La Camera dei Deputati

PARTE ITER PARLAMENTARE DELLA MANOVRA ECONOMICA – In questi giorni le notizie riguardanti la manovra economica varata dal governo hanno riempito le pagine dei giornali. Dopo le polemiche e le contestazioni sorte in merito allo stop della rivalutazione delle pensioni e della cosidetta norma salva-Fininvest, poi eliminata dal testo, ora arriva il primo atto della procedura parlamentare a cui la norma deve essere sottoposta: si prevede uno svolgimento molto rapido dell’iter, poiché l’approvazione dovrebbe avvenire in meno di un mese. Tanto è vero che il termine per la presentazione degli emendamenti è fissato per domani e mercoledì si partirà con le procedure di voto.

Una spinta all’approvazione rapida del decreto arriva da Confindustria, soprattutto in seguito alla giornata nera vissuta oggi dalle Borse. “La manovra economica va approvata subito – spiega la numero uno degli industriali Emma Marcegaglia – e i saldi non vanno cambiati minimamente. Ci deve essere grande coesione politica e sociale e sarebbe una follia perdersi in contrasti all’interno della maggioranza e anche le opposizioni devono unirsi e lavorare con il governo”.

E, a proposito di opposizione, il Pd dà la sua disponibilità alla collaborazione ma con cautela. “Siamo disponibili a farci carico dei problemi – dichiara Stefano Fassina, responsabile economico del partito – Ma con un governo che fa un decreto legge di 40 articoli e 500 commi con il quale si interviene su tutto e che viene blindato con la fiducia senza lasciare spazio al confronto, è un po’ complicato collaborare. Tuttavia, se c’é un ripensamento, noi siamo una forza costruttiva e faremo la nostra battaglia nell’interesse del paese”.

Redazione online