Obama cerca l’accordo con l’opposizione per contenere il debito degli Usa

Barack Obama

OBAMA VUOLE ACCORDO CON OPPOSIZIONE PER CONTENIMENTO DEL DEBITO – Il presidente degli Usa Barack Obama sta cercando insistentemente un accordo con l’opposizione repubblicana per attuare le misure necessarie a contenere il debito e a ridurre il deficit. A questo scopo nei giorni scorsi il capo della Casa Bianca aveva convocato democratici e repubblicani ed ora lancia un nuovo appello alle forze politiche del Paese.

Secondo il presidente il tempo stringe, quindi l’intesa tra le due fazioni può essere raggiunta se verranno presentate al Congresso proposte valide “entro le prossime 24 o 36 ore”. “Se mi fanno vedere un piano serio per la riduzione del deficit e del debito sono pronto a muovermi – dice – anche se saranno necessarie decisioni difficili”. Obama ritiene poi che fino a questo momento dai repubblicani non siano arrivate iniziative valide in questa direzione, poiché la proposta del partito di opposizione non presenta tasse adeguate per i ceti sociali più alti. “La nozione in base alla quale noi dovremmo approvarlo e non chiedere niente ai più ricchi tra noi non mi sembra seria – spiega – Credo che non solo i democratici, ma anche la maggioranza dei repubblicani, non vogliano altri sacrifici a carico del ceto medio, dei lavoratori”.

“Non  occorre alcuna misura radicale, come quelle prese in Grecia, ma occorre agire in fretta perchè il tempo è ormai agli sgoccioli. Contrariamente a quello che dicono alcuni non siamo come la Grecia e non siamo come il Portogallo”.

Redazione online