Nuovi guai per Strauss-Kahn: ebbe rapporti sessuali violenti con la madre di Tristane Banon

Dominique Strauss Kahn
STRAUSS KAHN: SESSO VIOLENTO – Continui colpi di scena nell’interminabile vicenda che vede per protagonista l’ex Direttore generale del Fondo Monetario Internazionale Dominique Strauss-Kahn. Dopo le accuse di stupro, rivelatisi infondate, della cameriera Ophelia dell’albergo Sofitel di New York, e una nuova denuncia, per tentato stupro, presentata dalla giovane giornalista e scrittrice francese Tristane Banon, oggi si viene a sapere che l’ex direttore dell’FMI ebbe un rapporto sessuale “consensuale ma brutale” con la madre della Banon, Anne Mansouret. Lo ha detto la donna agli inquirenti.

Le rivelazioni sono state riportate in un’esclusiva del settimanale francese L’Express. Il rapporto sessuale tra Anne Mansouret e Dominique Strauss-Kahn si sarebbe consumato in un ufficio della sede dell’OCSE, a Parigi, dove nel 2000 Strauss Kahn era stato nominato consigliere speciale del segretario generale dell’organizzazione; così riporta il settimanale. Anne Mansouret non ha raccontato l’episodio alla figlia Tristane, che nel 2003 avrebbe subito un tentativo di violenza sessuale da parte di DSK, denunciato però solo poche settimane fa. Quando Tristane raccontò cosa le era successo, la madre, su consiglio di un avvocato, le disse di non denunciare Strauss Kahn, perché difficilmente avrebbe vinto la causa.

Dopo l’episodio che coinvolse Tristane, Anne Mansouret, che era amica di Brigitte Guillemette, ex moglie di Strauss Kahn, raccontò alla donna quello che era successo a sua figlia. Brigitte Guillemette avrebbe poi chiesto spiegazioni a Dominique Strauss Kahn, che avrebbe risposto: “Non so che cosa mi abbia preso, sono andato a letto con la madre e quando ho visto la figlia ho peso il controllo”.

Anne Mensouret ha rilasciato la sua testimonianza agli investigatori per rafforzare la denuncia della figlia Tristane.

Valeria Bellagamba