Strage in Norvegia: Behring Breivik è collaborativo ed ha agito da solo

Un immagine della strage di Oslo

STRAGE OSLO BEHRING – La Polizia di Oslo ha annunciato che Anders Behring Breivik, l’uomo sospettato della morte di 92 persone durante il duplice attacco in Norvegia è collaborativo e che avrebbe confessato di aver agito da solo. Ancora sconosciute le motivazioni da parte dell’estremista norvegese. Behring, è stato arrestato venerdì scorso ha confessato ed ha definito i suoi attacchi, crudeli ma necessari. Il suo avvocato, che è intervenuto alla televisione nazionale norvegese Nrk, ha detto che la strage è stata progettata da tempo, nelle foreste vicino ad Oslo, dove il carnefice ha una fattoria acquistata un anno e mezzo fa. Inoltre, ha proseguito l’avvocato, Behring “ritiene sia stato crudele dover attuare tali azioni ma che, nella sua testa, sia stato necessario”. Parole agghiaccianti che sicuramente faranno ancora discutere. Il paese scandinavo è sconvolto da quello che è successo. Una popolazione tranquilla come quella norvegese ora vuole capire e vuole la verità. 92 vittime sono tante e lasceranno sicuramente il segno in un paese non abituato a questo genere di cose.

Michele D’Agostino