La legge sull’omofobia torna alla Camera

La Camera dei Deputati

LEGGE OMOFOBIA – Torna di nuovo in aula, oggi alla Camera dei deputati, la legge contro l’omofobia, già presentata dalla deputata del Pd Anna Paola Concia, ma contrastata dall’Udc e da una maggioranza trasversale di deputati che l’hanno bocciata a ottobre 2009. Allora i deputati approvarono le pregiudiziali di costituzionalità presentate dal partito di Pierferdinando Casini; mentre a maggio di quest’anno il testo era stato respinto in commissione Giustizia, dopo due ulteriori tentativi di mediazione da parte della Concia.

Il Pd ha deciso tuttavia di portare in aula il testo della legge redatto da Soro, contro il quale però Udc, Lega e Pdl hanno presentato ben tre pregiudiziali di costituzionalità

La Concia ha sollecitato sull’approvazione urgente della legge contro l’omofobia, denunciando come la violenza omofobica e transfobica sia “ormai diventata una vera e propria emergenza nazionale, perché figlia della paura del diverso”. La deputata del Pd ha citato anche le recenti stragi in Norvegia per sottolineare “il ruolo fondamentale della politica nel costruire gli anticorpi contro la cultura della violenza e dell’odio”.

Oggi, nel primo pomeriggio si terrà davanti a Montecitorio un sit-in organizzato dal movimento Lgbt e da Pd, Idv, Sel e Fli.

Redazione