Asia e Oceania

lunedì, novembre 28th, 2011

Nazioni Unite: in Siria commessi crimini contro l’umanità

siria proteste 407x270 Nazioni Unite: in Siria commessi crimini contro lumanità
ONU: IN SIRIA CRIMINI CONTRO UMANITÀ – In Siria sono stati commessi “crimini contro l’umanità” nella repressione delle proteste iniziate il 15 marzo scorso. Lo ha dichiarato la Commissione internazionale di inchiesta indipendente delle Nazioni Unite in un rapporto presentato oggi a Ginevra. La Commissione d’inchiesta era stata istituita dal Consiglio dei diritti umani dell’Onu il 23 agosto scorso.

Secondo il rapporto, sono responsabili degli attacchi alla popolazione civile e del loro coordinamento i più alti livelli del governo e delle gerarchie militari. La Commissione ha detto di essere “estremamente preoccupata che crimini di guerra, inclusi uccisione, tortura, stupro o altre forme di violenza sessuale di paragonabile gravità, prigionia o altre gravi forme di privazione della libertà, scomparse forzate e altri atti inumani della stessa natura, abbiano avuto luogo in diverse località del Paese dal marzo 2011. Tra queste, ma non solo, Damasco, Dar’a, Duma, Hama, Homs, Idlib e lungo le frontiere”. Il regime di Damasco non ha mai autorizzato la Commissione di inchiesta a recarsi in Siria, le informazioni sono state raccolte presso le vittime e i testimoni degli eventi accaduti. Nel rapporto è scritto che i membri della Commissione hanno incontrato 223 vittime o testimoni, tra questi anche i disertori dell’esercito e delle forze di sicurezza.

Ieri, intanto, la Lega Araba ha approvato le sanzioni economiche contro il regime del presidente Bashar al Assad. Tra le misure adottate ci sono il congelamento delle transazioni commerciali e dei conti bancari del governo siriano, la sospensione dei collegamenti aerei e il divieto di visto di ingresso nei Paesi arabi agli esponenti del regime. Sono poi stati bloccati gli investimenti in Siria e le relazioni con la Banca centrale siriana. Tra i Paesi membri dell’organizzazione panaraba, il Libano si è espresso contro le sanzioni, mentre l’Iraq ha espresso riserve.

Dopo il voto della della Lega Araba sulle sanzioni, il regime siriano ha “i giorni contati” ha dichiarato il Ministro degli Esteri francese Alain Juppè. Il regime di Damasco è sempre più isolato, ha sottolineato il ministro francese, nonostante i progressi per fermare la repressione ai danni della popolazione civile procedano ancora lentamente. Juppè si augura l’istituzione, a breve, di corridoi umanitari per andare in soccorso della popolazione siriana.

 

Redazione

Commenti
Notizie Correlate
Raid su Gaza (Getty images)

domenica, 20 luglio 2014 - ore: 15:32

Gaza: Abu Mazen e Lega Araba condannano attacco a Sajaya, salta la tregua umanitaria

A Sajaya, un sobborgo di Gaza, nell’offensiva israeliana di oggi che ha causato […]

Ban Ki-Moon (Getty Images)

sabato, 19 luglio 2014 - ore: 01:01

Crisi a Gaza, oggi il segretario generale delle Nazioni Unite Ban Ki-Moon si recherà in Medio Oriente

“Israele ha legittime preoccupazioni per la sua sicurezza e noi condanniamo l’indiscriminato lancio […]

Bashar al-Assad (Getty Images)

mercoledì, 16 luglio 2014 - ore: 12:18

Siria. Nuovo mandato di 7 anni per al-Assad

Un nuovo incarico governativo per Bashar al-Assad, il sanguinario dittatore che attualmente detiene […]

Il Palazzo di vetro, sede delle Nazioni Unite, New York (STAN HONDA/AFP/Getty Images)

lunedì, 14 luglio 2014 - ore: 19:56

Siria: via libera dell’Onu all’ingresso degli aiuti umanitari. Plauso di Ban Ki-Moon

Il Consiglio di sicurezza dell’Onu ha approvato all’unanimità una risoluzione sull’accesso umanitario in […]

Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite (Getty Images)

sabato, 12 luglio 2014 - ore: 19:24

Gaza. Dopo 135 morti in 5 giorni il Consiglio di Sicurezza ONU interviene chiedendo tregua

E’ drammaticamente salito a 135 il bilancio dei decessi ai quali si è […]

Giorgio Napolitano (FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

sabato, 12 luglio 2014 - ore: 10:57

Giorgio Napolitano: “Troppi conflitti minacciano l’Europa. La Ue deve tornare a svolgere un ruolo politico internazionale

“Questo sotto presidenza italiana non potrà essere un semestre solo di affari interni […]

Tre anni fa moriva Amy Winehouse: icona rock mai dimenticata

Sono già passati tre anni dalla morte di Amy Winehouse, stroncata a 27 […]

mercoledì, 23 luglio 2014 - ore: 14:52 - Leggi Tutti >>

Chrysler: altre 800 mila auto saranno ritirate dal mercato

Chrysler ha annunciato questa notte un nuovo ritiro dal mercato di automobili di […]

mercoledì, 23 luglio 2014 - ore: 14:27 - Leggi Tutti >>

“Uccidi il padre”: recensione

Sandrone Dazieri per mestiere inventa delitti, ma questo lo sapete già. È nato […]

mercoledì, 23 luglio 2014 - ore: 14:26 - Leggi Tutti >>

Bagno in mare dopo mangiato? Secondo i medici si può: ecco tutte le verità

La saggezza popolare e non solo, vuole che dal pasto al bagno in […]

mercoledì, 23 luglio 2014 - ore: 13:58 - Leggi Tutti >>

Rapper americano dichiara di aver fumato erba nel bagno della Casa Bianca

Si chiama Snoop Dogg ed è un rapper in voga negli Stati Uniti. […]

mercoledì, 23 luglio 2014 - ore: 13:38 - Leggi Tutti >>

advertising