Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo: “Chiederemo Commissione d’inchiesta parlamentare per accertare cause del debito pubblico”

Beppe Grillo (Getty Images)

 

 

MOVIMENTO 5 STELLE – L’ingresso consiste o meno del Movimento 5 Stelle in Parlamento è solo una questione di mesi. Beppe Grillo guarda già al futuro e promette che subito dopo le elezioni politiche chiederà l’istituzione di una Commissione d’inchiesta parlamentare per accertare le cause del debito pubblico. “La Commissione dovrà verificare – sottolinea il leader di M5S – eventuali episodi di corruzione, di mala gestione del bene pubblico, di favoreggiamento di lobby vicine ai governi che si sono succeduti negli ultimi anni e agli amministratori locali”.

“I responsabili dovranno motivare ogni spesa effettuata senza disporre della copertura finanziaria – prosegue Grillo -, dovranno spiegare l’acquisto di derivati e di altre forme di investimento che si sono rivelate fallimentari, spesso operate per aggirare il patto di stabilità”. Inoltre la Commissione dovrà predisporre misure legislative per evitare che, contro il loro consenso, i cittadini siano indebitati senza il loro consenso, viceversa la possibilità di denunciare i responsabili alla magistratura.

“La Regione Sicilia – continua Beppe Grillo sulle pagine del suo blog – è un esempio emblematico della fabbrica del debito a carico dei contribuenti ignari. La Sicilia è virtualmente fallita e si prospetta un commissariamento, forse con Bondi. Tutti sapevano della situazione siciliana da decenni. I potentati locali sono stati foraggiati da un’enormità di denaro pubblico in cambio della golden share per i partiti, dalla Democrazia Cristiana di Andreotti con Lima, alla UDC di Casini con Cuffaro, a Forza Italia di Berlusconi con Dell’Utri”.

“Il debito pubblico dello Stato ha intanto superato i 1.966 miliardi. Ci vediamo in Parlamento. Sarà un piacere”.

 

Redazione

 

Con Direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan