Strage di Denver: una lettera allo psichiatra anticipava il folle gesto. Molti feriti non possono pagarsi le cure sanitarie

James Holmes (Getty Images)

 

 

STRAGE DI DENVER – La strage al cinema di Aurora si arricchisce di raccapriccianti particolari man mano che trascorrono le ore. Ad esempio si stima che James Holmes abbia speso almeno 15 mila dollari per acquistare tutte le armi e il materiale esplosivo ritrovati in casa: un fucile d’assalto Ar-15 1146 dollari, un fucile a pompa 700 dollari, 2 Pistole Glock 1300 (650 dollari l’una), 3000 proiettili per Ar 15 per un valore di 1000 dollari (circa), 3000 proiettili per pistola (1200 dollari), 350 proiettili per fucile a pompa 200 dollari Elmetto tattico (136 dollari). E ancora: gas lacrimogeni, maschera antigas, corpetto e guanti tattici, giubbotto anti-proiettile e altro materiale.

Una buona parte dell’equipaggiamento e tutte le munizioni sono state comprate sul web, un’operazione che richiede pochi minuti e una semplice carta di credito. ma dove ha trovato tutto il denaro? Probabilmente il killer ha sfruttato una borsa di studio di 26 mila dollari con la quale doveva pagarsi vitto e alloggio durante il corso all’università. A meno che non abbia ricevuto un sostegno economico dalla famiglia, ipotesi su cui indagano gli investigatori.

Altro retroscena inquietante è che l’omicida di Denver, prima della strage, aveva inviato un progetto del folle piano a uno psichiatra, ideato forse dopo la bocciatura ad un esame universitario. Lo psichiatra in questione avrebbe ricevuto il plico dopo tre giorni dalla spedizione, troppo tardi per impedire a Holmes di attuare il folle piano. Tale ipotesi saarebbe comunque tutta da verificare, in quanto potrebbe essere una strategia tesa all’ottenimento dell’infermità mentale, eventualità che scongiurerebbe la condanna a morte, che in Colorado è in vigore, ma non per minorenni e malati mentali riconosciuti.

Ultimo dettaglio: molti dei feriti non sono in gradi di pagarsi le cure mediche. Uno di loro, ancora in coma farmacologico, potrebbe essere costretto a pagare fino a 2 milioni di dollari in quanto non è coperto da assicurazione sanitaria. Sua moglie Katie martedì ha partorito un maschietto proprio nello stesso ospedale in cui è ricoverato. Gli amici hanno indetto una raccolta benefica su internet e finora sono stati raccolti oltre 70mila dollari.

 

Redazione

 

Con Direttanews.it sei sempre al centro delle notizie, clicca QUI e diventa fan